Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_astana

Messaggio

 

Messaggio

Sono lieto di darvi il benvenuto sul sito dell’Ambasciata d’Italia ad Astana, che, insieme alla pagina Facebook, intende costituire uno strumento utile a tutti coloro che sono interessati ai rapporti tra l’Italia e il Kazakhstan e alle attivita’ svolte dall’Ambasciata per promuoverli attivamente in raccordo con le altre Istituzioni e con il mondo imprenditoriale italiano.

Il Kazakhstan rappresenta un Paese di grande importanza per l’Italia, che qui ha saputo affermarsi come uno dei principali partner economici, e’ presente con investimenti di assoluto rilievo e contribuisce attivamente allo sviluppo del Paese in settori chiave quali energia e infrastrutture. D’altro lato guardiamo al Kazakhstan come a un importante interlocutore anche sul piano politico, con un ruolo di primo piano nella Regione centro-asiatica e in grado di sviluppare rapporti solidi e bilanciati con i protagonisti della scena mondiale, dalla Russia all’Unione Europea, dalla Cina agli Stati Uniti.

Gli incontri tra l’allora Presidente del Consiglio Renzi e il Presidente Nazarbayev nel 2014/15, la visita del Ministro Martina nel gennaio 2016 e quella guidata dai Sottosegretari Scalfarotto e Degani ad ExpoAstana il 4 settembre scorso hanno consentito un rilancio a tutto campo delle relazioni bilaterali e compito prioritario dell’Ambasciata e’ quello di assicurarne i seguiti sul piano della cooperazione politica, economica e culturale, anche facendo leva sui meccanismi di interazione istituzionale gia’ previsti, a partire dal Gruppo di Lavoro misto sulla collaborazione economica.

L’Expo a Milano nel 2015 e quella ad Astana appena conclusasi hanno offerto concrete possibilita’ per ampliare la gamma di collaborazioni, anche nel settore delle PMI e delle energie rinnovabili nel quale l’Italia puo’ senza dubbio contribuire al processo di diversificazione economica del Kazakhstan.

Tengo inoltre a sottolineare il rilievo dei rapporti in campo culturale e linguistico, essenziali per radicare e accrescere la reciproca conoscenza. A fronte di risorse pubbliche limitate possiamo contare sull’apporto di sponsors privati che ci consentono di mettere in campo un programma di promozione di elevato livello, che nel 2016 ha trovato espressione nell’"Anno della Cultura italiana in Kazakhstan" e nei mesi scorsi nelle tante attivita’ culturali collaterali alla nostra partecipazione in Expo Astana. Attribuisco inoltre carattere prioritario alla cooperazione tra le Universita’ dei due Paesi, gia’ ben avviata, ma che sicuramente presenta un ampio potenziale di ulteriore sviluppo e di particolare significato e’ stata da ultimo la summer school organizzata dalle Universita’ di Milano/Bicocca e Gumilev di Astana.

Molto e’ stato fatto sul piano della collaborazione bilaterale, ma molto resta da fare, ed ogni suggerimento e’ naturalmente il benvenuto.


38